I Musei provinciali

I Musei provinciali sono nove istituzioni museali di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano, costituite tra il 1976 ed il 2003, che coprono i settori settori dell’archeologia, delle scienze naturali, dell'industria mineraria, dell’etnografia, della storia locale, della cultura ladina e dello sviluppo turistico.

Finalità precipua dei Musei provinciali è avvicinare i visitatori alla varietà culturale e alla storia naturale e sociale del territorio altoatesino, attraverso modalità di rappresentazione e trasmissione moderne ed efficaci, per permettere in particolare alla popolazione residente ma anche ai numerosi vacanzieri di entrare in contatto diretto con la realtà culturale, storica e naturale locali.

Otto dei nove Musei provinciali fanno capo all'Azienda Musei provinciali localizzata presso la Ripartizione provinciale Musei.
Sono: il Museo Archeologico dell'Alto Adige ed il Museo di Scienze Naturali dell'Alto Adige, entrambi a Bolzano; il Touriseum - Museo provinciale del turismo a Merano; il Museo provinciale del vino a Caldaro; il Museo provinciale della caccia e della pesca Castel Wolfsthurn a Mareta; il Museo provinciale degli usi e costumi a Teodone; il Museum Ladin Ćiastel de Tor a San Martino in Badia; il Museo provinciale delle miniere, dislocato in diverse sedi  tra Cadipietra e Predoi in Valle Aurina, Masseria in Val Ridanna e San Leonardo in Val Passiria.

A Castel Tirolo si trova un ulteriore museo provinciale, dedicato alla cultura e alla storia locali. Si tratta di un museo che costituisce un ente a sé ma è legato all'Azienda Musei provinciali da un intenso rapporto di collaborazione.