Lunga notte dei musei di Bolzano 2017

Logo Lunga notte dei musei di Bolzano 2017Nove musei, nove ore filate di cultura e divertimento e oltre 15.000 ingressi.
Sono i numeri della 16ma Lunga notte dei musei di Bolzano, di scena venerdì 1° dicembre 2017 nel capoluogo altoatesino. Il via alla manifestazione lo ha dato alle ore 16 il concerto della The Homeless Band in piazza Walther, che ha coinvolto il pubblico con i suoi ritmi soul, rhythm and blues, funk e disco.

Alla stessa ora, nove musei bolzanini hanno aperto i battenti per una maratona culturale a ingresso libero con un’ampia gamma di iniziative: dalle mostre spiegate in visite guidate speciali agli sguardi dietro le quinte in spazi normalmente non accessibili, come le cantine del Museo Mercantile e le antiche stube della collezione del Museo Civico.

E ancora: tante le proposte per i bambini, ad esempio i workshop per approfondire temi museali in maniera creativa al Museo Archeologico, al Museo di Scienze Naturali, al Museo della scuola, al Percorso espositivo nel Monumento alla Vittoria e i giochi medievali messi in scena a Castel Roncolo; e tante le visite guidate per famiglie, come quella che ha raccontato la Casa Semirurale e la sua storia. Non poteva mancare la musica: l’originale sound degli “Opas Diandl” è andato di scena al Museo Archeologico, il pop-jazz degli “Tschässpartie” ha accompagnato la serata del Museo di scienze e al Museo Mercantile si sono esibiti i giovani pianisti della Junior Jury del Concorso Busoni.
La Lunga notte 2017 si è chiusa in grande stile all’una di notte con la proiezione artistica sulla facciata mediale di Museion dell’opera “Blinds wide sun” del duo Doris Krüger e Walter Pardeller.


Tutte le immagini della Lunga notte e altro materiale si possono scaricare da questo link: https://1drv.ms/f/s!Ah0VyCg4pAy2lAwQMtLKQhJnq2xv

La Lunga notte dei musei 2017 è stata sostenuta dall’Azienda Musei provinciali e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

Sito web: www.lunganotte.it e facebook: www.facebook.com/LangenachtLunganotte/

Contatto stampa: Igor Bianco, Ripartizione Musei, tel. 0471 416841, igor.bianco@provincia.bz.it